venerdì 26 febbraio 2010

QUESTO è DA TENERE D'OCCHIO.

http://profile.myspace.com/index.cfm?fuseaction=user.viewprofile&friendid=524110773

mercoledì 24 febbraio 2010

ARMY OF T.W.O.: il 40esimo giorno.



Bello, perchè ammazzare i terroristi con un amico è sempre un piacere.

Come sempre uno dei giochi più sfiziosi da giorare il 2player - anzi, direi che BISOGNA giocarci solo con un amico al fianco, e non sulla rete!- anche se non bello come il primo capitolo (gli spalla a spalla sono solo 2 e mancano sia l'overcraft che il paracadutismo) e con una trama inesistente rimane una chicca per il gioco in coppia.

Ora bisogna aspettare il terzo capitolo dei mitici mercenari Salem e Rios della Trans World Operations--- non sapevate che TWO significava questo? Buuuuuu! Non avete finito il primo!!!

venerdì 19 febbraio 2010

GRANDE RIVELAZIONE DEGLI ETOLOGHI BETTOLINESI



i panda non sono razzisti.


Infatti sono BIANCHI e NERI e abitano dai GIALLI.

Perfect Echo di Andrea Strarosti è in arrivo!

video


Sono passati anni dall'ultima pubblicazione cartacea...

... ma nel frattempo il Sensei non è stato con le mani in mano.



L'unica serie su I phone che è stata creata per sfruttarne le qualità con ingenio.

Per ora gustatevi il Trailer.


Fresco fresco cazzo!

mercoledì 17 febbraio 2010

Maurizio Costanzo e Foley, il drago barbuto.




Quella che vedete qui in alto è una Pogona Vitticeps, più comunemente conosciuta come Drago Barbuto.
Oggi, dopo una riflessione attenta e ispirata ho scopreto che questo simpatico animaletto ha molti punti in comune con un personaggio che ha sedotto tutte le vecchiette dell'amato stivale.

Chi? Beh, lui:




Maurizio Costanzo.


Cinque anni or sono io e il mio babbo siamo andati a comprare un bel Drago Barbuto dall'ispirato nome Foley (esatto, come il wrestler barbuto che si è spaccato di tutto durante la sua carriera), poretto il Foley - il mio drago- c'aveva la zampina monca e io mi son sempre immaginato che se la fosse spaccata in un Hell in a Cage match.

Comunque.

Le Pogone hanno dei tratti distintivi, e anche se sulle prime non ci credevo mi sono ritrovato a difendermi dalle sue aggressioni: morsi, graffi e bottiglie rotte usate a mò di coltello. Allora ho preso il mio libro "Come sopravvivere ad una pogona e violentare Gherrosauri" ed ho letto che le pogone s'incazzano con gli uomini perchè li vedono grossi, ENORMI, e pensano che le vogliamo mangiare. Poverette.

Allorchè c'è voluto parecchio tempo perchè io e mio padre riuscissimo a stabilire un contatto con Foley, un rapporto di amore reciproco in cui noi gli davamo cibo, vitamine e coccole e lui crogiolava.
Cosa vuole dire corgiolar? Star fermo a fare un cazzo sotto il sole - o lampada elettrica-. Lui sta lì, tutto il tempo.

Ogni tanto pensiamo sia morto tipo Andreotti in Rai.

Ma finge.

Allora, considerato che anche un dì ho incrociato per sbaglio con lo sguardo il "programma" di Maurizio Costanzo e ho pensato che quell'uovo sodo volesse divorarmi attraverso lo schermo - e questo rende ME simile ad una Pogona-, ad una più attenta analisi ho trovato affinità tra Foley e Costanzo.

Allora:

1- Foley sta nella sua teca in salotto, Costanzo sta nei salotti televisivi.

2- Foley ha due pistolini che sono piccoli e non gli ha mai usati, Costanzo è sposato con Maria de Filippi.

3- Foley, se minacciato o eccitato, si gonfia a dismisura e comunque a furia di mangiare vermi e grilli è un pò cicciottello. Costanzo... beh guardatelo.

4- Foley combia pelle! E Costanzo? Beh... il Maurizio ha sceneggiato negli anni '70 film (ve lo giuro) come: Zeder, La casa delle finestre che ridono e Tutti defunti... tranne i morti; invece nel 2005 ha tirato fuori dal cilindro il film della creatura di sua moglie (?) Costantino: TROPPO BELLI.

questa mutazione di porta al punto numero 5.

5- le Pogone, poste in qualsiasi luogo, si portano istintivamente nel punto più alto. Se cerchi di tenerle in braccio senza averle prima addestrate trovano il modo di salirti sulla testa. Sono delle ARRAMPICATRICI. Voi leggete il curriculum di Maurizio Costanzo e ditemi se quest'uomo non ha usato di tutto per raggiungere la cima. Robe come fondare una sorta di bieco Star System italitano.

infine:

Maurizio Costanzo è stato vittima di varie minacce ed attentati di stampo mafioso, e anche se su certe cose non si scherza dobbiamo prendere in considerazione il rapporto tra mia madre "se quella cosa entra in casa mia io me ne vado" e Foley "sono cinque anni che crogiolo in casa tua, com'è che ti vedo ogni giorno?".
Mia mamma ha attentato più volte alla vita di Foley, tra cui ricordo con terrore: attentato con armi battereologiche - ha pulito con prodotti chimici che renderebbero cieco un uomo la bacheca dell'inerme Pogona con la scusa "mi sembrava sporca", tattiche di terrorismo psicologico come urlare a squarciagola quando Foley salta sul vetro verso di lei con il chiaro tentativo di abbracciarla ed infine un balordo tentativo di abbatterlo con una scopa percè si aggirava libero per casa.

Povero piccolo, stava solo facendo una passeggiata.

Ora che ci penso Foley ha rischiato di più di Costanzo.

Comunque questi due esseri gemelli che vivono nel nostro ecosistema sono un fenomeno sociale ed affascinante, due faccie della stessa medaglia:
uno è un rettile e l'altro è un uomo.
uno è muto e l'altro anche se parla non si capisce un cazzo.
Ma la cosa più importante è: ambedue vivono sulle spalle di qualcuno; solo che se lasci Foley nel deserto del Gobi sopravvive e si ciba con tranquillità, Maurizio Costanzo nel deserto del Gobi è la cena di Natale per gli avvoltoi.


é il ciclo della vita, cazzo.

martedì 16 febbraio 2010

Steve, la tua unica colpa è Blue Beetle.




Steve Ditko.

Viene ricordato qui a caso e senza alcun motivo reale se non quello di occupare un pò del mio tempo.

lunedì 15 febbraio 2010

C'era bisogno di occupare un post per dire...

... che i contenuti speciali di Dante's Inferno erano talmente brutti e giù di tono che ho dovuto sfregare il Dvd contro la foto dei fan di Eli Roth per far capire che nella vita le cose brutte sono ben altre.

E anche così si facevano schifo da soli e mi dicevano "com'è che facciam così cagare? Siam contenuti SPECIALI, capito? S-P-E-C-I-A-L-I! Insomma hai pagato soldi in più per noi, dobbiamo pur valere qualcosa... no?"

Io a sti poverini gli ho guardati negli occhi e gli ho mentito.

" Ma voi siete speciali, siete speciali qui." e mi son toccato il cuore.

Si son commossi.

Poveri mongoli.

Qualcuno vuole Dante's Inferno Death Edition??? Lo vendo a poco.

sabato 13 febbraio 2010

Orphan

C'è qualcosa di sbagliato in Esther




probabilmente lo smodato abuso di Photoshop nella locandina.

venerdì 12 febbraio 2010

Whiteout: incubo bianco




Tagliamo immediatamente la testa al toro: 96 minuti di femmina sullo schermo e non sivede nemmeno una tetta.

Come?

Si, te lo giuro.

E' assurdo!

Concordo.

White out è un film di quelli che quando li vedi ti poni domande importanti, tipo dopo che l'ho visto mi sono chiesto se non fosse l'ora di smettere di veder film e metter su famiglia, allevare un paio di bambini a peyote e scudiscio e poi inviarli a far la pelle a tutti quelli che hanno partecipato alla produzione di sto film. Ma davvero cazzo.

Il film (di cui snocciolo veloce qualche informazione per avere una parvenza di professionalità) è una produzione Dark Castle Entertainment e Silver Pictures, distribuito in Italia dalla Warner Bros. ed è una collaborazione USA/CANADA.
Buffo, pensavo che la Dark Castle sfornasse solo film horror, adesso ho scoperto che fa anche film orribili - ha ha-.
Ci sono degli interpreti e un regista ma son cazzi loro. Anzi vi metto il link così ve li leggete se davvero vi interessano: http://www.comingsoon.it/scheda_film.asp?key=47377&film=Whiteout-Incubo-bianco .



Okay, rendiamo la cosa meno penosa possibile; ricordate quella sfilza di Thriller che uscirono negli anni '90? Quelli stupidi che però visto che eravamo piccini ( beh parlo per me) li si vedeva lo stesso anche se pieni di assurdità? Beh White out è come quei cari e vecchi film. Quelle misere copie di un successo maggiore tipo Sceram o Seven. Robe come "Urban Legend" per intendersi. Roba che ti segna cazzo.

La "trama" dovrebbe esser fantastica, visto che presa da una "Graphic Novel" di successo... giudicate voi: il primo omicidio della storia in Antartide, una tipa investiga.
Bello. Capolavoro.
Giuro che D-Tox è meglio e l'ambientazione è più o meno uguale.

Per il resto è proprio una somma di ovvietà e di situazioni del cazzo che si sviluppano esattamente come ti aspetteresti da un film del genere, un quarto d'ora dopo l'inizio del film hai già capito i coplevoli. Si dice spesso in questi casi per fare i fighi tipo "lo sapevo", ma in questo film è ovvio.

Se avete le palle guardatevelo e capirete.

Il film è anche una sfilza assurda di situazioni idiote, ad esempio: l'uscita all'esterno della base è controllata da una stanza apposita, lo sbalzo a meno 50 gradi potrebbe uccidere e viene spiegato e ribadito di continuo... anzi, la protagonista perde due dita per il freddo e ci fanno vedere anche un liquido (tipo caffè) che si ghiaccia istantaneamente a contatto con la temperatura esterna, ok??? Beh in due momenti del film i protagonisti se ne fottono: lei esce METTENDOSI il giubbotto, roba che dovrebbe crepare istantaneamente e sul finale (mezzo SPOILER) un tipo si suicida aprendo una porta in meglioncino. La protagonista è nella stanza (la stanza di "contenimeto" in questa scena non è presente, e per chi ha visto il film: guardate bene, non sono più nell'obitorio! non ci sono mai stai!) e si becca una fottuta tormenta in faccia. Non fa una piega, gran donna.

La donna bionica colpisce anche in un altro momento del film, quando bracca un sospetto e questo si chiude dietro ad una PORTA DI METALLO e la sbarra con un BADILE con il manico in legno, li uso al lavoro e vi assicuro che sono fottutamente resistenti, e lei che fa? Ovvio: afferra un carrello di provette - si cazzo, quelli traballanti che negli inseguimenti si ribaltano sempre, quelli con l'un per cento di metallo e il 99% di un fottuto cazzo di nulla- e a colpo sicuro apre la porta come se fosse un fottuto ariete da sfondamento.

Brutto.

Brutto quasi come la CG usata nel film.

Ho già scritto troppo per sto film del cazzo. Era previsto un sequel ed è stato - Dio grazie- cancellato, per il resto...
... aridatece Carpenter!

10 motivi per cui questa settimana è stata degna di essere vissuta, e il contrario.

I motivi sono puramente nerdologici e apolitici.

Dieci motivi positivi:

1- Army of Two: il 40esimo giorno è una figata se giocato in due.

2- esiste la sveglia con le voci di Kenshiro, Giulia e Shin. Originali giapponesi.

3- esce "Amabili Resti"

4- se sei vecchia e giochi al Wii Balance ti spezzi in più punti.

5- 2013, la serie Tv di 2012 non si fa.

6- sono uscite le magliette ufficiali di "Alice nel paese delle meraviglie" di Burotn.

7- Bill Murray ha confermato la sua presenza in Ghostbuster 3.

8- sono stati venduti più e-book che libri lo scorso Natale (ma l'hanno scopreto solo ora...)

9- Helene Hegemann,ragazza 17enne considerata prodigio della letteratura tedesca ha ammesso di aver copiato tutto il suo libro dal Web.

10- Heavy Rain è arrivato.


cose brutte brutte!

1- Dante's Inferno è l'ennesimo Flop dei videogame.

2- è uscito, ma porcadiquellatroia, il nuovo film di Moccia: "Scusa ti sposo" o un titolo del genere...

3- Paranormal Activity ha tirato su un sacco di soldi, ed ora si continua con il viral marketing.

4- Walter Morrison è morto, inventò il friesbee.

5- ho avuto la diarrea tutta la settimana.

6- Axl Rose continua a far cazzate come una checca isterica.

7- Gli autori de "il Grande Fratello" riescono a toccare punti ancor più bassi della decenza pur di tener in vita uno show da baraccone in evidente fallimento.

9- faranno il film su Capitan America, questa è vecchia ma il casting dovrebbe essersi concluso sta settimana. Forse.

10- Reboot di Daredevil, sarà possibile farlo ancora più brutto di com'era nella prima pellicola?

lunedì 8 febbraio 2010

10 METODI PER APPREZZARE DANTE'S INFERNO



Allora, in seguito al tram tram mediatico precedente all'uscita del titolo action in Italia e dopo le aspre critiche e i voto mediocri raccolti dagli esperti del settore, il lesto Mokujanji vi darà ben 10 METODI - non motivi, eh!- per apprezzare Dante's Inferno:

1- Non essere italiani, oppure non aver mai letto la Divina commedia, non averla mai neppure sfiorata... anzi, facciamo che si gioca senza volume. Ecco. Giocare in Muto Audio. E badate che ero preparato al fatto che sarebbe stato uno stupro dell'opera made in Alighieri. Ma preparato davvero. Cioè avevo anche visto il video diario degli sviluppatori che dicevano chiaro e tondo che avevano preso solo dei nomi e degli spunti dalla Divina Commedia, cioè sapevo di dover giocare con Dante - Vin Disel. eppure... TOGLIETE L'AUDIO.

2- non aver mai giocato a NESSUNO dei capitoli di GOD OF WAR.E Devil May Cry. E Conan. E Darksiders.

3- non avere una tivù a 1080p. E non aver mai giocato ad un videogame a 720. Almeno non sapete quanto sono belli i giochi con una grafica bella.

4- amare alla follia le storie assurde.

5- non aver mai letto un fumetto. Capirete guardando i video-comix che possono solo puppare la fava a quelli di Infamous.

6- le tette prima di tutto! Se siete - come me- assolutamente affamati di tette in modo MORBOSO, godrete nel vedere le digitette di Beatrice. Si vedono di continuo, lei tra le altre cose è nuda.

7- essere profondamente razzisti, l'Ombra di Lucifero ha tratti evidentemente negroidi. Oppure è Collina, non è che si capisce molto.

8- essere balbuzienti oppure avere l'Alzheimer, così o dimenticate la snervante ripetitività del gioco oppure ne siete già abituati ad essere rindondanti.

9- avere poco tempo per giocarci, così non vi s'impegna troppo il cervello con i trabocchetti che ci sono! No, non è vero. Giocarci poco è l'unico modo per farlo durare abbastanza da ricordarci la longevità dell'indimenticabile Devil May Cry 4.

10- ve lo hanno regalato.


Mettete in atto i miei consigli e Dante's Inferno vi sembrarà il gioco più figo del mondo!

Non ringraziatemi, mi piace fare le opere di bene.

domenica 7 febbraio 2010

FRONTIERS ai confini dell'inferno



... la locandina italiana (qui sopra)è più brutta di quella originale. Io questa l'ho messa per dispetto.
Alùra! Che dire di questo torture film, che si pone come valida alternativa alle porcherie d'oltreoceano? Beh... le premesse per non andare a vederlo ci sono tutte: il regista/scrittore di questo film è stato "il ragazzone speciale di mamma e papà" Xavier Gens ovvero l'uomo a cui hanno concesso di fare il film di "Hitman" senza che - probabilmente- abbia mai toccato il videogioco, i protagonisti sono i soliti francesi del ghetto mezzo araboaborigenoitalofranchiklingoniani che hanno fatto la loro comparsa con un grande Vincent Cassiel nell'Odio e da lì non ce li si è smollati più - anche perchè piacciono a Luc Besson- e per finire: se mi devo guardare un film di tortura mi guardo un capolavoro come Martyr.



Perchè sia stato considerato uno dei migliori horror francesi negli ultimi dieci anni viene completamente ignorato, forse nel 2007 contava più emulare Eli Roth e i suoi "finti horror" conosiuti sotto il nome di Hostel che avere una critica decente e qualcuno che i film li guardi prima di guidicarli. Bah.
Comunque chi si presta alla visione di questo film deve bene capire di cosa si tratta; cosa è in realtà il prodotto che ci si trova innanzi: un torture movie.
Film di tortura. Già.
Cose che Deodato faceva anni fa, adesso dei giovanotti ce le ripropongono sminuzzandole e rendendole inefficaci. Già.
Come ci fu dimostrato in Cannibal Holocaust, se devi torturare qualcuno hai tre modi efficaci per fottere il cervello dello spettatore ed imprimergli bene il tuo film in testa: 1- carico emozionale: devi far capire che gli attori che vengono smembrati non sono solo carne da macello, ma hanno dei sentimenti, sono gente che ama ed ognuna è aratterizzata a modo suo... e per ognuna di esse, quando giungerà la loro raccapricciante fine, dobbiamo soffrire, dispiacerci per il futuro che non potranno vivere, per le loro gioie passate etc... ci si deve IDENTIFICARE con il poveraccio che si apre sotto i colpi di scure.
2- Devi spingere, cazzo devi spingere come un porco sul fottuto accelleratore dello Splatter - Gore e non lasciarlo mai, MAI! Ora l'accetta in fronte e la recisione dei vari legamenti non funziona più; la gente vuole vedere un bastoncino di fetro infilato nel GLANDE e poi spezzato, un divaricatore vaginale infilato fra una costola e l'altra e le puntate di Amici di Maria De Filippi a rotazione. Robe pesanti.
P.s. il cazzo reciso in Hostel parte 2 è ovviamente preso dal grande Ruggero Deodato, sempre in Cannibal Holocaust.
3, ma non ultimo punto: la tortura è doppia goduria gaudiente quando si trasmuta in torture porn, cioè iniziamo a toccacciare le parti basse e si vedomo minne spuntar fuori con fare melonesco oppure con fare anni '80 (vedi sempre Deodato che come avrete capito è l'espressione più alta del torture movie figo, almeno secondo il sottoscritto).




L'attire della protagonista di Frontier ricorda quella della protagonista del francesissimo e degno di nota "Alta Tensione"di Alexandrè Aja, che a sua volta ci riportano a quelli di Ripley in Alien 4 che è sempre di un francese che a sua volta ci ricordano bla bla bla.. insomma la protagonista ha un taglio di capelli che sopperisce alla mancanza di schelettro storico del plot, che al posto di essere creato ex - novo per terrorizzarci in questa Francia che si riscopre nel cinema un poco pop e cafoncello è in realtà il continuo delle vecchie storie dei film americani degli anni '80, con endogamia e incesti, mongoloidi enormi e mattatoi ma soprattutto i giovani e sventurati protagonisti che si sfumacchiano un paio di cannoni e che vogliono solo infilare il pisello in qualsiasi buco.
L'aggiunta al quadretto solito è che qui siamo in Francia, ci sono meno tette e i cattivi sono Nazi.
E tutti godo a far saltare la testa ai nazi, applauso per la truculenta fucilata in primo piano con una telecamera che non si sposta e ci fa vedere come sono i nazi all'interno. Vedete il film e capite.



La trama è semplice: 4 amici, una rapina che va male e la fuga da Parigi.
I quattro amici finiscono (due prima e due dopo)in un cazzo di OSTELLO (!?) dove ci stanno dei nazi endogami che li uccidono come porci.
Non si preme sulle scene truculente, non vedrete sfiziose torture ne terribili mutilazioni.
Non è - anche se Wikipedia italiana sembra sostenerlo- un torture porn, anzi non si vede nemmeno una tetta perchè la protagonista viene ripresa di schiena quella mezza scena in cui è nuda.
E' almeno in grado di farci apprezzare i personaggi? Beh, confronto ai sei (parte uno + parte due) signor Nessuno degli Hostel di Eli Roth che li fa amare i personaggi, direi! Il probelma è che secondo i canoni di un normale film ci ritroviamo a soffrire - ma nemmeno tanto- quando la coppia di innamorati viene separata, gli altri ci stanno tutti un pò sul cazzo: l'italiano (che nella versione italiana non si capisce essere italiano) è un porco e sottolinea con grandi gesti ogni cosa che dice, l'algerino è timido e tenero e la coppia di (ex-) innamorati sono un coraggioso LUI e un gravida LEI (almeno ci fa pena il feto... bah!).
Mettiamola così, FRONTIERS è sempre meglio di HOSTEL e sempre meno di MARTYR.

Da guardare solo se non si ha proprio un cazzo da fare o se si è fanatici del genere.

sabato 6 febbraio 2010

DOVE SONO FINITI QUEI CARI, BELLI ED UN POCO TRASH HORROR GAME? parte 4



Hun-hun-hun... pensavate mi fossi arreso eh?
Zombies Ate My Neighbors

Si cazzo, avete letto bene! Questo gioco si chiama "Gli zombie hanno mangiato i miei vicini!" e se non ci avete mai giocato vi siete persi una chicca horror trash incredibile.

Varie ed Eventuali: questo capolavoro targato LucasArts (eh, robe grandi ci han regalato...) è uscito nel fu 1993 per le mitiche console Sega Mega Drive e Super Nintendo, ed era possibile giocarlo in 2 Player. Il gioco è una chiara presa per il culo di tutto il filone horror ed è farcito di citazioni umoristiche e riporti ad altri giochi della LucasArts.

Trama: beh direi... inesistente? Insomma il titolo dice che gli zombi hanno magiato i vicini del ragazzino che impersoneremo ( o della tipella) ma in realtà i vicini sono vivi, è che sono sparsi per i livelli e bisogna recuperarli! Di fondo c'è un mezzo accenno di pseudoscienza che ha riportato in vita i mostri con tanto di dottore cattivo da battere ( occhialuto e pelato), ma questo non spiega i cammeo del Mostro della Laguna Nera e di Dracula. Forse quello del Mostro di Frankestein. Forse.

Cosa ci piace? beh, cazzo... direi... tutto! Insomma, è un prodotto talmente leggero e divertente che per trovargli dei difetti bisogna essere dei veri rompipalle, dico, il protagonista aveva anche gli occhiali 3D old style! E' tutta una grande presa in giro, ci sono tutti i mostri dei film più famosi (anche i Graboid!!!) e i personaggi vestono e vivono in un trashissimo sfondo da sit com anni '80! Come armi usiamo di tutto, dalla pistola d'acqua al bazooka, passando per le posate e i pomodori, ci sono i livelli segreti demenziali e alla fine c'è anche George Lucas!




Cosa non ci piace? è difficile, cazzo... in certe parti è davvero moooolto difficile! I vicini di casa sono solo un tot. che bisogna trascinare per i vari livelli (più di 40) e riuscire a non perderli è a volte - soprattutto in single player- una roba impossibile.

Che fine ha fatto? Per prima cosa, non disperate! E' facilissimo recuperarlo su internet per emulatore, con tanto di trucchi e livelli aggiuntivi fatti dai fans che comprendono nuovi assurdi mostri e nuove armi. Io a sti livelli non ci ho giocato ma ho visto che ne parlavano su altri blog, perciò mi fido cazzo! In più è uscito una sorta di "seguito spirituale", tale Ghoul Patrol, con toni più horror e meno idioti che però si è rivelato un flop.
Con il passare del tempo di questo progetto non se ne è più parlato e guardando il gameplay trovo parecchio difficile un possibile ritorno su play 3. A meno che la LucasArt non aneli la morte.

venerdì 5 febbraio 2010

Paranormal Activity..."mi moglie scopa come un'indemoniata"

riassumendo il tutto:
parlando della camera da letto( e inquadrandola) in casa di una coppia



"ecco è qui che succedono le cose strane"


"ad esempio mia moglie mi si attacca al cazzo..."
(questa l'ho aggiunta io...l'altra purtroppo è nel film)

Tokyo, la terra trema.



Sto manga in due parti - grazie a Dio- è sicuramente nella top 10 dei più brutti mai visti.
La cosa divertente è l'intro del secondo volume, dove l'autore dice di essere sorpreso per la pubblicazione di una roba del genere e che in realtà... voleva fare un porno.

Se volete trovalo c'è in fumetteria.
O vi vendo la mia copia.

giovedì 4 febbraio 2010

la commedia del SECOLO!!!



Kenshiro e Julia , innamorati da sempre, passano le giornate a discutere di botanica, sperando un giorno di poter avere un giardino fiorito tutto per loro.
questo finchè Shin, amico d'infanzia di Ken ed innamorato pazzo di Julia, non si intromette seminando scompiglio.
Per realizzare il suo sogno d'amore, Ken dovrà districarsi tra un'infinita serie di divertentissimi equivoci e di assurde situazioni causate dalla sua pazza famiglia composta da Jagger, il fratello rimasto scemo dopo un rovinoso incidente in moto, Toki, fratello fisioterapista malato convinto di essere Gesù, e Raoul, il fratello "grosso" che parla solo con il suo cavallo,passa le giornate sul tetto a fissare il cielo, e picchia a morte qualunque cosa respiri.

una commedia che vi farà letteralmente esplodere dal ridere!

martedì 2 febbraio 2010

LA AMO PERCHè....

....sa prendere gli schiaffi correttivi con il sorriso.

"grazie, Amore mio!"

cioè...questo è un sito figo...

http://www.rubaffetto.com/rubaffetto/

(mi scuso con quel pirla del proprietario del blog ma mi pago gli interventi fighi che faccio con la pubblicità)


e anche se adesso non c'è un cazzo perchè è in procinto di revisione...

c'è comunque questa foto che ne risolleva le sorti.


( fanculo, non è un fotomontaggio, io c'ero per davvero. e anche il Rubaffetto. fanculo)

GABRIELE MUCCINO e Rubaffetto Entertainment presentano...



al posto di postar cazzate, guarda questo! ATTENZIONE SPOILERONE



TWIN PEAKS.

E poi muori.

è stato il padre. Lei era una troia. Ci sono un nano e un gigante. Il più bel telefilm di ogni tempo, coglionemerda.

lunedì 1 febbraio 2010

TU NON DEVI DIMENTICARE....


...GRECIA COLMENARES,
e le sue mirabolanti avventure, gioie e dolori seguite da milioni di anziani in tutto il mondo.




TU.
TU NON DEVI DIMENTICARE.